Chiusura Natalizia

La Gilda della provincia di Genova augura Buone Feste

e ricorda che la sede riaprirà mercoledì 7 gennaio con il consueto orario

Per emergenze scrivete a [email protected]

Scatti anzianità non si toccano, si restituisca 2013

Dopo il Pd, adesso anche il ministro Giannini si dichiara disponibile a fare marcia indietro rispetto all´abolizione degli scatti di anzianità prevista dal piano ´La Buona Scuola´. Ciò significa che la nostra protesta è andata a segno e che le nostre motivazioni sono più che fondate.

Ad affermarlo è Rino Di Meglio, coordinatore nazionale della Gilda degli Insegnanti.
Continua a leggere

RSU 2015: candidature

Cari colleghi, come ricordato dal coordinatore nazionale

E’ particolarmente importante esserci e presentare nelle scuole il maggior numero possibile di liste della GILDA-UNAMS, innanzi tutto perché la rappresentatività dei sindacati viene calcolata facendo la media tra il numero degli iscritti ed il voto conseguito in queste elezioni, quindi ogni voto in più ottenuto aumenterà il peso delle nostre idee al tavolo nazionale di confronto con il Governo e, ovviamente la presentazione di nostri candidati, stimati dai colleghi, ci potrà fornire un peso particolarmente necessario in questo momento di pericolo per la nostra professione.

Invitiamo quindi tutti i colleghi, iscritti e simpatizzanti, a scriverci a [email protected] per dare la propria disponibilità a candidarsi.

Da quest’anno è possibile candidarsi anche se si è precari o in assegnazione provvisoria

RSU 2015: ci saremo. Grazie, colleghi!

Cari Colleghi,

il prossimo 3 marzo 2015, essendo trascorso il previsto triennio, tutte le RSU del pubblico impiego, scuola inclusa, decadranno automaticamente senza possibilità di proroga.

Le Confederazioni rappresentative del pubblico impiego hanno quindi avviato nei giorni scorsi la procedura che condurrà alle elezioni delle nuove RSU.

E’ particolarmente importante esserci e presentare nelle scuole il maggior numero possibile di liste della GILDA-UNAMS, innanzi tutto perché la rappresentatività dei sindacati viene calcolata facendo la media tra il numero degli iscritti ed il voto conseguito in queste elezioni, quindi ogni voto in più ottenuto aumenterà il peso delle nostre idee al tavolo nazionale di confronto con il Governo e, ovviamente la presentazione di nostri candidati, stimati dai colleghi, ci potrà fornire un peso particolarmente necessario in questo momento di pericolo per la nostra professione.
Continua a leggere

POSSO ANDARE IN PENSIONE NEL 2015? (Tutorial)

 

Pensioni 2015: pubblicate le istruzioni operative

Il Miur ha emanato la nota 18851 con la quale ha trasmesso ufficialmente il decreto 886 dello scorso 1° dicembre, relativo alle cessazioni dal servizio del personale scolastico a decorrere dal 1° settembre 2015.
Continua a leggere

SENTENZA PRECARI. CHI HA VINTO?

 

Pensione: 15 gennaio 2015 la data ultima per la domanda

Da: Tecnicadellascuola.it

Il Miur ha emanato il D.M. N. 886 del 1 Dicembre 2014 dove viene fissato il 15 gennaio 2015 come data ultima di presentazione della domanda di pensionamento per il personale della scuola.

Nella stessa viene annunciata la successiva circolare con le istruzioni operative.
Continua a leggere

Sentenza UE precari, Gilda diffida Renzi e Giannini

“Se entro i prossimi trenta giorni il Governo non applicherà la sentenza emessa ieri dalla Corte di Giustizia europea, avviando l´iter per la stabilizzazione dei precari che hanno svolto oltre 36 mesi di servizio, ricorreremo alle vie legali”.

A dichiararlo è Rino Di Meglio, coordinatore nazionale della Federazione Gilda-Unams, che questa mattina, come annunciato ieri subito dopo il verdetto dei giudici di Lussemburgo, ha inviato una diffida alla Presidenza del Consiglio dei Ministri e al Miur.
Continua a leggere

Esame di Stato … vergogna!

E´ passato nella Legge di Stabilità alla Camera dei Deputati l´emendamento dei deputati Rocco Palese, Elena Centemero e Renato Brunetta, di Forza Italia, che recita: “con decreto del ministero dell´Istruzione, dell´università e della ricerca da adottare entro sessanta giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge, sono disciplinati, con effetto dall´anno 2015, i nuovi criteri per le definizione della composizione delle commissioni d´esame delle scuole secondarie di secondo grado”.

Si tratta dell´ennesima vergognosa giravolta della politica nei confronti dell´esame di Stato che sembra apparentemente finalizzata al risparmio (alcuni calcolano circa 140 milioni di euro), ma che nella sostanza rappresenterebbe una vera picconata alla Scuola dello Stato. Fare un esame con componenti tutti interni, cioè gli stessi insegnanti che hanno valutato i candidati in sede di scrutinio finale pochi giorni prima delle prove formali d´Esame, è semplicemente una vera presa in giro che è sicuramente molto apprezzata da quegli studenti e quelle famiglie che sperano in un esame farsa con promozione e, soprattutto, voti garantiti.
Continua a leggere